RSS

Etica della rappresentanza

15 Dic

In questi giorni il dibattito è fortemente centrato sull’entità ed i contenuti della manovra proposta dal Prof. Monti, che chiede indubbiamente a tutti i cittadini di affrontare nuovi sacrifici. Tra i punti della manovra appare l’altrettanta indubbia esigenza del taglio della spesa pubblica, tra cui le voci di costo relative agli oneri della politica ricoprono un tema di grande attualità.

Il taglio degli enti inutili, l’eliminazione delle province, l’allineamento delle indennità dei membri del parlamento e l’eliminazione dei vitalizzi “facili” sono temi di forte presa sui cittadini. In particolare la rivisitazione delle indennità e dei vitalizzi dei parlamentari unisce trasversalmente l’elettorato da destra a sinistra.

Ricondurre l’abbassamento dei costi dei parlamentari ad essere una soluzione alternativa ai nuovi carichi fiscali non è obiettivamente corretto, ma certamente ciò assumerebbe una forte valenza etica, di “segnale”, nell’intento di ricostruire un rapporto di fiducia tra il cittadino ed il proprio rappresentante.

Ci si dovrebbe aspettare che le recenti vicende nazionali conducano ad un nuova posizione dei cittadini rispetto alla politica, così come dei politici rispetto al proprio ruolo.

Per quanto riguarda i cittadini si è più volte sottolineato in questo blog l’esigenza di un crescente interesse e di una maggior partecipazione “civica”, verificabile nei prossimi mesi e soprattutto alla prossima tornata elettorale.

Per ciò che riguarda i rappresentanti politici non appare ancora evidente la “grande svolta”, chiesta a gran voce, considerate le recenti inchieste giornalistiche e le reazioni ad esse e alle proposte governative che coinvolgono i diritti dei parlamentari.

Rimane pertanto attualissima la necessita di sollecitare ulteriormente tutte le rappresentanze politiche presenti in parlamento a riappropriarsi di un’etica del loro ruolo, in quanto da esse deve necessariamente partire la manovra di ricucitura del rapporto con l’elettore, che deve riappropriarsi della sensazione di vivere nello “stesso mondo” dei propri rappresentanti.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 15 dicembre 2011 in News

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: